Paternò. Bracconiere sorpreso dopo avere abbattuto23 volatili

I militari dell’Arma hanno sorpreso ieri pomeriggio il giovane, 28 anni, cuoco, di Gravina di Catania, in località ‘Jannarello’ a Paternò. In cmpagnia di un amico si era recato sul posto con fucii in spalla per cacciare tortore e colomabacci. All’arrivo dei miltari, allertati da una chiamata anomnima, i due sono riusciti a scappare, saltando a bordo di una Ford Ka, della quale però era stata notata la targa.
Prima di allontanarsi dal luogo i due avevano lanciato dal finestrino un sacchetto in plastica dove, all’interno, i carabinieri hanno rinvenuto 20 tortore e 3 colombacci impallinati. Dalla targa della Ford Ka i carabinieri sono subito risaliti ad M.F. che è stato dopo qualche ora rintracciato presso la sua abitazione in Gravina di Catania. M.F. è stato denunciato alla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania ed è  stato segnalato alla Prefettura e alla Questura per la sospensione della licenza di caccia e del porto di fucile ad uso caccia. E’ in coso di identificazione il secondo soggetto.