Catania: il Codacons contro la Mattel

La multinazionale dei giocattoli Mattel, coinvolta nello scandalo dei giochi pericolosi per bambini, ha rifiutato la richiesta del Codacons di offrire a 315 famiglie catanesi, che avevano acquistato i giochi in questione, un bonus del valore doppio rispetto all’importo del giocattolo ritirato. “L’industria statunitense si è limitata ad offrire il rimborso del giocattolo indenizzando le famiglie delle spese postali – ha detto Francesco Tanasi segretario Codacons – e questo a nostro avviso non è una forma sufficiente di rimborso”.
Per questa ragione l’associazione dei consumatori ha avviato una class action direttamente negli Stati Uniti per ottenere più congrui risarcimenti