Catania: guerra dentro la Cosa Rossa

E’ guerra aperta all’interno della Cosa Rossa siciliana tra il Partito dei Comunisti Italiani e Sinistra Democratica. Il casus belli un’intervista rilasciata dall’eurodeputato Claudio Fava al settimale Centonove fortemente stigmatizzata dagli esponenti locali del Pdci che criticano con asprezza la similitudine fatta da Fava tra Cuffaro e Licandro e l’accusa di collusione dell’eurodeputato comunista con i poteri forti. “Politicamente criminali e penalmente rilevanti” vengono definite tale asserzioni dal segretario del Pdci catanese Salvo Cannata che imputa a Fava “di risvegliarsi dal suo letargo solo in presenza delle elezioni e di avere inferto un durissimo colpo al cammino intrapreso sulla via dell’unità delle forze della sinistra”