Puntata 15 di Keep Calm And Stay At School del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Catania.

Venerdí 8 maggio è andata in onda la quindicesima puntata di Keep Calm And Stay At School degli studenti del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Catania.

Con la consolidata articolazione dei temi del giorno, la formazione degli speaker di oggi pomeriggio era costituita dai Derampi ( De Angelis Randazzo e Ciampi) e dalla rassicurante e competente presenza di Roberta Restuccia che emerge dal ruolo di reporter per misurarsi in tanti campi.
15 Keep Calm And Stay At School liceo scientifico Galileo Galilei di Catania b

Con l’Energizer “Black Widow – Iggy Azalea feat. Rita Ora”( dal film Kill Bill, di Quentin Tarantino) parte la puntata: come di consueto il video musicale ci suggerisce il primo tema – in questo caso quello delle paure- partendo da quella, appunto per i ragni (la vedova nera è un ragno temibile e mortifero) per arrivare all’intervista realizzata a scuola dai reporter Roberta e Omar, che ci rivela i timori e le fobie dei coetanei.

La prima gemma musicale è dei Dire Straits ,”Romeo and Juliet”, che apre, partendo dalla tragedia shakespeariana richiamata nel titolo, un cenno sulle storie d’amore contrastate: Federico ci spiega come secondo lui la storia dei due innamorati della tragedia abbia creato lo stereotipo dei “suoceri cattivi”.

Restando in tema, viene lanciato il pezzo dei Magic “Rude”.

A seguire, per intrattenersi su una problematica di attualità, per la recessione e la prolungata crisi nel mondo dell’impiego, gli speaker propongono il modello del “self made man”, letteralmente traducibile come “persona fatta da sé”, che grazie a forza di volontà e grande intelligenza, riesce ad ottenere il successo economico e quello personale. Questo modello è nato in America: partendo da zero, ci si rifà una vita e si corona il cosiddetto “sogno americano”.

Gli esempi più celebri sono quelli Mark Zuckenberg, Bill Gates, Steve Jobs…

E non poteva mancare la canzone che fa per noi: tutto l’orgoglio americano di avere doti di resilienza e imprenditorialità lo sintetizziamo con “Born in the USA” di Bruce Spingsteen!

La trasmissione riprende con la nostra rubrica settimanale “Curiosity killed the Cat”!

Forse non tutti sanno che per viaggiare in paesi “a rischio” (in guerra, ad alto rischio per criminalità, natura impervia e condizioni climatiche avverse, presenza di animali pericolosi) si consiglia di registro DOVE SIAMO NEL MONDO sul sito della Farnesina, Ministero degli Affari Esteri a cui è affidato il compito istituzionale di assistere i connazionali fuori dal paese e tutelare gli interessi italiani all’estero in situazioni di emergenza.

Il catastrofico evento sismico in Nepal ha presentato ai nostri occhi il problema dell’individuazione delle vittime e della tracciabilità degli spostamenti degli italiani impegnati in quel territorio ( come turisti, studiosi, volontari o appassionati di scalata). Ora sappiamo bene che, se vogliamo fare un viaggio in Palestina o un safari nella Savana o nel Mato Grosso, ê sempre conveniente registrarsi e indicare gli spostamenti, per favorire le autorità ad interessarsi di noi e supportare le famiglie in casi drammatici.

Spontaneamente, quasi d’obbligo, viene dedicata alle migliaia di vittime del recente terremoto in Nepal “We Are The World 25”: si tratta del remake della celebre omonima operazione musicale firmata da M.Jackson e L.Ritchie del 1985 degli Usa for Africa (per la carestia in Etiopia), rielaborato per il terremoto di Haiti.

Si prosegue sul tema con una delle rubriche fisse settimanali: Prooof. Paletto!!

che questa settimana ospitiamo in studio: la prof.ssa Germana Barone docente di Geologia all’Università di Catania ci spiega che tipo di terremoto c’è stato in Nepal, che impatto hanno avuto le onde sismiche sul patrimonio culturale e cosa sono le georisorse.

La nostra ospite è rimasta con noi per tutto il tempo della puntata, ed è rimasta affascinata dall’atmosfera della radio.

Dopo questa tranche seria ed impegnata, lanciamo”Can’t help falling you” degli UB40 dedicandola alla nostra prof.ssa e coordinatrice Mariangela Testa, che continua a dirci che le ricorda un momento bello dei suoi vent’anni ma ancora non ci non dice perchè…!

Si sono fatte le 15:40, e sperimentiamo un nuovo piatto con la nostra seconda rubrica settimanale: La prof. cucina meglio di mia mamma. Che se magna, oggi? In questo momento di passaggio verso la stagione calda e per mantenersi in forma, la prof.ssa Testa ci invita a provare il Tabulè (un couscous per l’estate).

Ora è il turno di eseguire il compito di High School Radio: questa settimana parleremo di EXPO e dopo le polemiche, i commenti negativi sul padiglione Sicilia al Cluster bio-mediterraneo, gli scontri e i disordini di Milano, per farci un’idea più equilibrata e matura, abbiamo intervistare la professoressa Rizzo, con il contributo del nostro autore- reporter Vittorio.

Expo è quindi una grande opportunità per parlare di cibo, energia e per creare attenzione sulle qualità delle politiche in fatto di ambiente dei Paesi di tutto il mondo che vi sono rappresentati?

La puntata viene salutata con “Fireflies” degli Owl City.

A venerdì prossimo!

Hanno condotto: Roberta Restuccia, Federico De Angelis, Alessandro Randazzo, Claudio Ciampi.

Testi di Vittorio di Mauro, Alessia Consiglio e Giulia Raiti

Reporter Roberta Restuccia, Omar Qasem e Vittorio Di Mauro.

Dj e Fonico Alessandro Padalino.

Regia Stefano Grasso.

Coordinamento: prof.ssa Mariangela Testa

Visitate le nostre pagine social:
1) https://www.facebook.com/pages/Keep-Calm-And-Stay-At-School-La-voce-ai-ragazzi/790919921002167
2) https://www.facebook.com/pages/Keep-Calm-And-Stay-at-School/392523014241846
E vi ricordiamo di votarci su http://www.highschoolradio.it/vota
 

Ascolta la puntata