Siamo stressati dalla tecnologia qual’e’ l’ antidoto?

Dobbiamo correre, altro che star dietro a cellulari, email, file, pc…italiani stressati dalla tecnologia. C’ invitano a spegnere… …. pc e cellulari e fornirci di scarpette e pantaloncini da ginnastica e correre via all’ aria aperta. L’ invito arriva dal Social Network dei tecnostressati italiani. Sembra che l’80% degli operatori Ict (Information and Communications Technology) sia “tecnostressato”. Il network si chiama ‘Run for tecnostress’ ed e stato ideato da Enzo Di Frenna, presidente di Netdipendenza Onlus.

Basta costituire un Gruppo, ‘Run for tecnostress’, nella vostra citta”, spiega Di Frenna, “e mettersi in contatto attraverso il social network”. Passeggiate, escursioni, appuntamenti per correre, feste, serate a tema sono gli ingredienti all’eccesso di tecnologia che affligge molti italiani.
Utilizzare proprio la Rete per far incontrare coloro che sono divorati dalla fretta, spiega Sorge (uomo tecnologo italiano stressato), e riavere il piacere di passeggiare e correre all’aria aperta. Dunque dallo stesso male puo arrivare la cura anti-stress.

Sul network, una sezione video segnala le storie dei tecnostressati, sommersi da tanti telefonini o pc sempre accesi, oppure le tensioni che si creano abitualmente in ufficio. Come le immagini dell’impiegato che cerca di inserire per errore, ma chiaramente non ce la fa, un bicchierino di caffe’ nel lettore cd;)

Attraverso il Social Network gli stressati possono confrontarsi e scambiarsi opinioni su una sindrome molto diffusa. Insomma, le persone possono darsi appuntamento fuori dall’ufficio e inventare situazioni rilassanti”. E non si tratta di chiacchiere a vuoto, promette l’esperto.

Il primo importante appuntamento nazionale e gia stato ideato: la ‘One Minute Run for tecnostress’ per la prevenzione del tecnostress, dovrebbe essere la ‘maratona piu breve del mondo’.
“L’abbiamo gia segnalata al World Guiness of Records”, aggiunge Di Frenna. “Durera un minuto: prima alcuni secondi a passo sostenuto, poi gli ultimi metri a passo lento per ricordarsi di rallentare nella societa’ digitale”. La micro-maratona si svolgerra a Bracciano, domenica 14 settembre a organizzarla e Netdipendenza Onlus e ci si puo iscrivere attraverso il Social Network.

“Lo sport e l’attivita fisica sono tra i rimedi piu efficaci per prevenire il problema. Invitiamo tutti a correre per un minuto, rallentando nella parte finale” spiega Di Frenna. Gli iscritti potranno partecipare al sorteggio di ‘premi benessere’ all’insegna del relax: una settimana per due persone su un’isola tropicale (rigorosamente senza computer e Internet), una settimana per una persona in un centro benessere, e tanti ‘buoni olistici’ (sedute di massaggio, yoga, chi kong).
Et voila’…tentiamo;) Il viaggio laggiu’ e’ un sogno da poter realizzare;-)