Presentato il programma della festa di Sant’Agata 2010

E’ stato presentato, nella sede Arcivescovile, il programma della prossima festa di Sant’Agata dall’Arcivescovo Metropolita Salvatore Gristina, dal Sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli e dal presidente della Festivita Agatine, Luigi Maina. All’appuntamento erano presenti anche la Giunta comunale, il Presidente del Consiglio Comunale Marco Consoli e tutte le altre autorita cittadine civili, istituzionali e militari.
“La Festa di Sant’Agata – ha detto Monsignor Gristina- scandisce i tempi della nostra citta, tanto da far identificare il passaggio dell’anno solare con l’anno che scorre tra una festa e l’altra, a significare quanto radicata sia dentro le nostre anime il significato della ricorrenza. Qualificante la presenza quest’anno al solenne Pontificale, di Monsignor Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina che ha accolto il nostro invito.
Una novita e data, inoltre, dall’istituzione da parte dell’Arcidiocesi, di una Commissione per le Festivita Agatine che ha lavorato alacremente per dare alla Festa una presentazione la migliore possibile, impegnandosi a strutturare la catechesi, l’educazione alla solidarieta e la contestualizzazione della Festa”.
“Sottolineo l’importanza – ha detto il sindaco Stancanelli – di una Festa che e considerata propria da ogni buon catanese che rappresento nella mia veste di Sindaco. Quest’ anno abbiamo voluto evidenziare il senso della solidarieta e dell’impegno scegliendo come destinataria della Candelora D’Oro, Suor Lucia, che insieme alle religiose salesiane si impegna quotidianamente nel quartiere Librino accanto e tra la gente con maggiori difficolta di vita.
Quello della Festa e per tutta la citta un momento di unita, assumiamoci tutti insieme, autorita e cittadini, la responsabilita di operare al fianco di chi e meno fortunato”.
Il Presidente delle Celebrazioni Agatine, Luigi Maina, ha evidenziato i momenti salienti del programma della festa sottolineando ” che tutte le rappresentanze della citta sono coinvolte nello svolgimento della festa ed anche in questo e alto il messaggio Agatino che unisce superando le differenze”.