30′ giornata serie B: il punto

Catania sempre i vetta ma il Mantova e a meno 2. L’Atalanta batte l’Albinoleffe ed e sempre ad una lunghezza dai rossazzurri. Brescia clamorosameente k.o. al Rocco. In coda il Catanzaro e la Cremonese non si arrendono. Al Brumana e stata partita vera solo per gli inguaribili creduloni del calcio all’antica. Perche l’Atalanta di Colantuono-Matricciani in campo ha dato la sensazione immediata d’esser la piu forte. L’Albinoleffe di Mondonico si esprime peggio dell’Albinoleffe di Esposito.
Tant’e che il Catania ci stava rimettebndo la pelle all’ultima d’andata. Ora sembra un’altra storia. I seriani sono precipitati a -2 dall’ultima posizione ed il trend e da C sicura.
Il gol che ha portato l’Atalanta sull’1-2 nasce da uno “strano” errore di Garlini che lascia campo e terra a Zampagna per la doppietta. La punizione di Reganesi riapre la gara ma allora sarebbe stato meglio tenerla aperta sin da principio.
E’ cominciato sotto la bora il nuovo corso triestino di Agostinelli e signora. Non nel senso della moglie del biondo ex-avellinese ( ma tifoso laziale ahilui…), la signora di cui sopra e Jeannine Koevets in Tonellotto. I rossi metton su una squadra sgangherata ma fanno fuori il Brescia con una punizione baggiana di tal Mamarella…mammamia-come inizio non c’e male.
Cesena e Mantova vincono 2-3 a braccetto e sono li, del Toro s’e detto a suo tempo.
In coda si muovono le acque, segno che il parto delle retrocesse non sara facile: Ternana ( ha esordito Mimmo Caso, laziale pure lui…) e Albino in caduta libera, Cremonese e Catanzaro con marce da promozione minacciano le certezze viste fino ad ora: la serie A passera anche attraverso i loro incontri decidendo, nel contempo, il destino dei condannati in terza serie.